23 febbraio 2012

"LUDOSCOPIE"


















La mostra "Ludoscopie" presenta le opere racchiuse nelle due nuove monografie edite da Lök che si sviluppano in parallelo seguendo il filo conduttore del gioco. Partendo dal presupposto che il gioco è il primo approccio che un bambino ha con la vita reale, si è pensato di proporre due giochi per stuzzicare la fantasia e l'estro dei giovani partecipanti a queste pubblicazioni: "il telefono senza fili" e "il postino"; una maniera differente di approcciarsi all'illustrazione e al fumetto come adulti bambini che ricreano momenti passati con la consapevolezza del bagaglio culturale acquisito nel corso delle loro vite. L'idea è quella di affrontare il gioco come strumento di crescita personale; un percorso introspettivo che si proietta all'esterno attraverso i lavori proposti. Come il gioco stesso si rivela il primo strumento di isolamento del bambino e, allo stesso tempo, di comunicazione con l'esterno, allo stesso modo si vogliono utilizzare fumetto e illustrazione per riavvicinare i lettori alla freschezza diretta e profonda che collega il gioco alla vita e viceversa.

Nessun commento:

Posta un commento